Anarchists in the Italian Resistance – Gli anarchici nella Resistenza (2005)


Cuando nella primavera del 1945 l’insurrezione dilaga in tutto il Nord Italia, gli anarchici, già protagonisti nei primi anni Venti della resistenza popolare a uno squadrismo che sta per farsi regime, poi del confino, dell’esilio e della rivoluzione spagnola, sono ancora una volta armi in pugno contro il fascismo. Dopo l’8 settembre 1943 in tutto il centro-nord si costituiscono le prime bande, poi diventate formazioni autonome in alcune aree o parte integrante delle organizzazioni partigiane costituite dalle varie forze antifasciste. A cura della Fondazione Anna Kuliscioff (Milano) in collaborazione con il Centro Studi Libertari/Archivio Giuseppe Pinelli (Mi)